Benvenuto nel Mondo Centro stampa Digitalprint

Grafica, stampa, finiture, confezione, plastificazione, e molto altro. Tutto ciò che serve sapere sul fantastico mondo della stampa. Continua »

Quinto Protti, Presidente della Digitalprint, ci racconta l\\\'innovativo percorso che ha affrontato la sua azienda per essere, oggi, leader in italia nella Stampa Digitale. Continua »

 

Differenze tra stampa digitale e stampa offset

differenze tra stampa digitale e offsetLe differenze tra la stampa Offset e quella Digitale sono svariate e prima di poter scegliere tra un metodo o un altro bisogna guardare alcuni fattori importanti come: la tiratura, il costo, il tempo e la qualità.

Andiamo con ordine, perché la stampa Offset e la stampa Digitale si dovrebbero differenziare per tiratura, e che cos’è la tiratura?
La tiratura è il numero di copie che si desidera stampare ed in base a questo è possibile scegliere un tipo di stampa piuttosto che un altro.

Partiamo con la stampa Offset, che permette di stampare tirature di medie e grandi dimensioni ma ha dei costi di partenza molto alti e non nessuna possibilità di personalizzazione. La stampa Digitale, invece, ha la caratteristica di poter stampare a partire dalla singola copia, non ha costi iniziali elevati ed è possibile personalizzare il progetto anche durante la stampa.

Il costo anch’esso varia, per la stampa Offset è inversamente proporzionale al numero di copie stampate, il che porta ad avere un alto costo di partenza, che diminuisce nel caso di un alto numero di copie stampate.
La stampa Digitale mantiene il costo della singola copia elevato, ma avendo la possibilità di stampare quantità limitate, su richiesta ed in tempi brevi, risulta più conveniente e alla portata di chiunque.

La consegna e quindi i tempi di stampa sono sempre stati un problema; metodi come la stampa Offset richiedono tempi lunghi per la preparazione delle macchine e per il giusto settaggio, mentre questo non avviene più per la stampa Digitale dal momento che non ha nessuna lavorazione iniziale o intermedia.

Nella qualità di stampa il metodo Offset e quello Digitale sono ormai arrivati allo stesso livello, se poi consideriamo il fatto che con gli ultimi ritrovati tecnologici, come la HP Indigo 7500 e 5500, è diventato molto difficile se non impossibile notare la differenza sul prodotto finale.
Se le differenze non bastano, la stampa Digitale ha ancora qualche asso nella manica da mostrare come il “Print on Demand” e il “dato variabile”.
Il “Print on Demand”, chiamato anche stampa su richiesta, è la possibilità di richiedere la stampa o la ristampa di un progetto solo quando se ne ha bisogno e di riceverlo nel giorno di pochissimo tempo.
No, la magia non centra nulla. La stampa Digitale richiede solo un semplice file per far partire la produzione, lo stesso file che avete inviato via e-mail al nostro indirizzo.
Una volta che il file è stato inserito nella macchina, il vostro progetto ne esce completo e pronto per essere spedito a casa vostra o sulla scrivania del vostro ufficio.
Questo metodo ha permesso di ridurre drasticamente il costo di magazzino e ha permesso di sviluppare un mercato di idee in continua evoluzione.
Il “Dato Variabile” è una meravigliosa opportunità che ci viene offerta dalla stampa digitale, esso ci da la possibilità di personalizzare il nostro prodotto rendendolo sempre “fresco” e “nuovo”. Un esempio di come lavora il dato variabile lo si può ritrovare nei biglietti da visita, nelle lettere personalizzate o nelle partecipazioni.
Queste sono le differenze fra stampa Offset e quella Digitale, a voi la scelta.

About redazione
La redazione del Centro Stampa Digitalprint è composta da dipendenti e collaboratori che vogliono condividere le loro competenze e conoscenze, attraverso questo Blog. Se anche tu sei un appassionato del mondo delle Arti Grafiche e ti piacerebbe scrivere insieme a noi, inviaci una email all'indirizzo: redazione@stampareblog.it .

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>