Benvenuto nel Mondo Centro stampa Digitalprint

Grafica, stampa, finiture, confezione, plastificazione, e molto altro. Tutto ciò che serve sapere sul fantastico mondo della stampa. Continua »

Quinto Protti, Presidente della Digitalprint, ci racconta l\\\'innovativo percorso che ha affrontato la sua azienda per essere, oggi, leader in italia nella Stampa Digitale. Continua »

 

Search Results for: volantini

Stampa volantini: dal Seicento a oggi

stampa volantiniIl volantino è un foglio di misure limitate, stampato su una o due facciate, utilizzato per informare, in maniera incisiva, il fruitore di un determinato tipo di evento, idea, progetto o oggetto.
La stampa di volantini è molto usata nel settore pubblicitario, in cui l’informazione si occupa di promuovere un servizio, un brand o un singolo prodotto.
Lo stampato viene utilizzato anche in occasioni in cui si richiede di divulgare,come ambiti politici o sindacali.

L’operazione di distribuire volantini, chiamata volantinaggio, può avvenire in modo diretto o in maniera indiretta (hand to hand), lasciando gli opuscoli nelle cassette della posta o sulle automobili (door to door).
La stampa di volantini richiede un investimento contenuto e per questo motivo, nonostante l’avanzare della tecnologia, è sempre molto usato.

Circa cinquecento anni dopo l’invenzione della stampa, il volantino resta uno dei migliori mezzi per promuovere un’idea e ogni anno in Italia vengono distribuiti più di 150 milioni di opuscoli.

Stampa volantini: come rendere efficace un veicolo promozionale tradizionale

Astampa-volantinippare come un veicolo pubblicitario scontato ed elementare quello rappresentato dal classico volantino, con il quale si desidera promuovere un oggetto, un’attività, un servizio oppure un evento. E, nell’errata convinzione che tutti siano in grado di realizzarli, la stampa dei volantini è spesso l’ultima cosa che viene analizzata da chi ha deciso di utilizzare questo strumento.

Si dirà che i volantini, in fondo, si assomigliano tutti e che ciò che importa è solo il messaggio che viene distribuito tramite questo pezzo di carta. Anche questa sommaria considerazione risulta essere poco precisa in quanto, se è vero che il fondamento del volantino deve essere il suo contenuto e pur vero che deve essere letto perché la sua grafica, solletica la curiosità di chi lo riceve. È evidente il fatto che se un volantino si presenta poco originale e dal layout confuso e magari anche stampato in modo superficiale su carta di insufficiente qualità, non si può supporre che attiri l’attenzione e, malinconicamente, finirà nel cestino dei rifiuti senza che abbia lasciato nulla del suo messaggio.

Tutt’ora utilizzati dalle aziende per scopi promozionali: i volantini pubblicitari.

Stampa volantini

Il più vecchio ed “onnipresente” tra gli stampati pubblicitari e commerciali: il volantino.

Tiratura limitata, formato di 1 o 2 pagine al massimo, stampato su una sola oppure su entrambe le facciate: questi sono i tratti distintivi più caratteristici del volantinoIl suo compito è da sempre quello di catturare, con la velocità di una rapido sguardo, il potenziale fruitore di un servizio, un prodotto o un evento.

Quella di stampare volantini è davvero un’attività dal background storico e autorevole: Gabriele D’Annunzio, il 9 agosto 1918, ne fece planare circa 50.000 dai cieli di Vienna, per sostenere la propria propaganda militare. In genere la stampa dei volantini viene utilizzata, oltre che in ambito politico e propagandistico, anche per assolvere a scopi pubblicitari ed informativi: le sue ridotte e contenute dimensioni consentono al volantino di veicolare messaggi sintetici e diretti con efficace ed incisiva immediatezza, catturando subito l’attenzione dell’eventuale consumatore finale, che spesso ne viene in possesso in modo casuale.

La semplice ed istantanea fruibilità del messaggio che contraddistingue il volantino fa sì che possano essere veicolati una molteplicità di messaggi, anche molto differenti fra loro: nonostante l’avvento delle nuove tecnologie e l’imporsi del web come principale strumento di comunicazione, questo stampato “tascabile” viene tutt’ora ampiamente utilizzato in ambito commerciale, promozionale e propagandistico. Nella cassetta postale, insieme a giornali e riviste, nella busta della spesa, sotto il tergicristallo o in accompagnamento ad alcuni prodotti: non esiste davvero spazio o luogo in cui il volantino non possa trovare posto. In Italia si stampano e si distribuiscono ogni anno più di 12 miliardi di volantini pubblicitari. Secondo i dati statistici il volantino cartaceo è secondo solo alla televisione tra i mezzi di comunicazione più utilizzati dai consumatori italiani.

Non tutti i volantini, tuttavia, risultano davvero efficaci. Ecco perché, in fase di progettazione e realizzazione, occorre tenere sempre bene a mente quanto è importante il tipo e la forma del messaggio veicolato: chi guarda un volantino, infatti, legge, assimila e memorizza il contenuto.

Il primo requisito indispensabile è la chiarezza: chi riceve un volantino, se non viene incuriosito nel breve volgersi di una manciata di secondi, impiegherà ancora meno tempo a liberarsene, cestinandolo o stracciandolo. Evitate i volantini troppo densi e “affollati” di contenuti: per rendere il messaggio efficace occorre sempre fare una scrematura di ciò che si deve dire. Tanto più lo slogan sarà accattivante ed efficace, tanto più risulterà persuasiva ed incisiva la comunicazione aziendale. Occorre ricordarsi sempre che la forza di un’immagine, talvolta, è più potente di tante parole: pertanto l’impostazione grafica va scelta con cura e attenzione, facendo attenzione a realizzare una coerente corresponsione logica fra immagine scelta e testo scritto. L’immagine non deve solo essere bella, accattivante e seducente, ma deve combinarsi con le parole per rafforzarne l’efficacia espressiva e pubblicitaria e rendere il messaggio ancora più credibile, diretto ed immediato. Naturalmente non dimenticate di scegliere una carta di qualità: stampare il vostro volantino su una carta valida, resistente e gradevole al tatto può davvero fare la differenza!

Nell’era moderna di Internet e della multimedialità, anche il più antico dei mezzi promozionali si sta progressivamente “vestendo” di digitale e cerca di stare al passo coi tempi, soprattutto nell’ambito promozionale legato agli acquisti online e tramite mail marketing. Assisteremo quindi, ben presto, alla fine del caro vecchio ed onnipresente volantino cartaceo oppure saremo testimoni dell’inizio di una rinnovata epoca di splendore e rinascita per questo antico stampato?

Per saperlo basterà guardare la propria buchetta delle poste: quando anche questa sarà vuota e senza pubblicità allora – e solo allora – dovremo iniziare a preoccuparci davvero!

Carta: le tipologie per ogni tuo progetto

Le origini della carta sono molto lontane nel tempo, ma dal momento della sua invenzione è diventata il supporto privilegiato dall’uomo per fermare i suoi pensieri.
Nel corso dei secoli la sua produzione è stata perfezionata e oggi sappiamo che per ogni nostro progetto esiste la carta che non solo ne fissa i contenuti, ma li valorizza e incornicia.

Ogni carta ha quindi le sue caratteristiche e qualità, è come un universo a sé con le sue regole.
La grammatura è la più importante e stabilisce il peso di un foglio, ossia il suo spessore, anche se questo viene influenzato da altri fattori come la composizione e consistenza della fibra e il tipo di lavorazione. Altro elemento da considerare è la finitura, la qualità cioè che la contraddistingue esteticamente. Una carta può essere lucida o semilucida, opaca oppure satinata, marcata a feltro, vergata o goffrata.

Quali sono le tipologie di carta più apprezzate e utilizzate?

Scrivere un elenco esaustivo che racchiuda tutte le tipologie di carta è impensabile. Anche le caratteristiche sono difficili da inquadrare in una categoria ben precisa. Ma possiamo soffermarci su quelle più apprezzate e utilizzate:

  • Carta uso mano o da edizione
    È la carta naturale che non è stata lavorata con patinature. Può essere bianca, e avere diverse gradazioni, oppure avorio. È ideale per stampare molto testo, perchè presenta una superficie morbida e porosa che assorbe facilmente l’inchiostro. Per questo è usata per le pubblicazioni editoriali di ampia diffusione, i manuali tecnici d’uso e manutenzione, gli opuscoli informativi, la carta intestata e i block notes.
  • Carta patinata
    È la carta che ha subito un particolare trattamento di patinatura (coated paper) applicata in più strati su ogni lato del foglio, utile a rendere la superficie più liscia e ad esaltare la resa cromatica in fase di stampa.
    Grazie a questa patina superficiale, composta dalla combinazione di acqua, additivi, pigmenti e leviganti, si riduce la penetrazione dell’inchiostro nel foglio aumentando la nitidezza dell’immagine e la stabilità del colore nel tempo. Pertanto la carta patinata garantisce una migliore fedeltà nella riproduzione dei retini e nella definizione dei colori rispetto alla carta uso mano.
    La carta patinata può essere lucida (gloss), satinata (satin o silk) oppure opaca (matt). Ideale quindi per realizzare progetti con molte immagini come depliant, cataloghi e volantini, riviste illustrate, listini, inviti, calendari, biglietti da visita e altri materiali commerciali e pubblicitari.
  • Carta riciclata
    La carta riciclata è prodotta dal macero degli sfridi delle tipografie e dagli avanzi dei tagli delle stesse cartiere, usando fino al 50 -100% delle fibre di recupero. Il riutilizzo avviene dopo un particolare processo chimico che asporta gli inchiostri dalle fibre.
    Non deve essere confusa con la carta riciclabile, cioè quella che è possibile recuperare fino a sei volte dopo il suo utilizzo preservando le risorse naturali.
    La carta riciclata può essere uso mano (offset) oppure patinata e può avere un aspetto naturale, tendente al grigio, oppure un punto di bianco extra.
    Sfatiamo il mito della scarsa qualità di questo tipo di carta: la carta riciclata ha una qualità analoga alla carta di cellulosa vergine, oltre ad un impatto ambientale minore. Viene utilizzata per libri d’arte, bilanci istituzionali, cataloghi, cartoline, opuscoli e inviti.
  • Carta speciale
    La carta speciale è un supporto creativo che valorizza la comunicazione stampata grazie al suo particolare look.
    Può essere una carta colorata in massa, dalla superficie perlescente su entrambi i lati, metallizzata, ad effetto nuvolato,semi-trasparente (traslucida), in poliestere o in polietilene opaco.
    Ottime per realizzare copertine, packaging, inviti, biglietti da visita, cartelline e tutti i progetti grafici dove sia ricercata una sensazione di tecnicismo, modernità e design.
  • Carta marcata
    La carta marcata è una carta naturale non patinata, riconoscibile per il disegno in rilievo impresso sulla superficie (texture), che conferisce bellezza classica e superiorità comunicativa.
    La caratteristica essenziale di questa carta è l’unicità del disegno che ne determina la finitura – marcatura a feltro, vergatura, goffratura – nonché l’aspetto ruvido e materico al tatto.
    Sono utilizzate per combinare qualità visiva e piacere tattile, soprattutto per copertine di stampati commerciali ed editoriali, biglietti augurali, biglietti da visita, e inviti.
  • Carta adesiva e sintetica
    I supporti adesivi hanno un frontale che può essere in carta oppure in materiale sintetico, come ad esempio il poliestere, il polietilene e il polipropilene.
    L’adesivo è acrilico e aderisce a valori elevati di tack e adesività, e buone proprietà di trasformazione.
    Solitamente questo tipo di carta è utilizzata in ambito decorativo e promozionale e offre una grande resistenza e brillantezza. Tra gli usi: etichette multicolore, adesivi promozionali, stickers, rivestimenti per confezioni di giocattoli, bollini, etichette per contenitori di vetro o plastica.

    Serve un esperto della carta?

    Grazie a Internet e non solo, siamo esperti di molte cose. Ci intendiamo di cibo e di vino, sappiamo distinguere tra la seta e il lino, ma quanti di noi sanno riconoscere il tipo di carta usata per realizzare un libro, un volantino o una brochure? Quanti sanno dire perché un libro si sia ingiallito o come è stata realizzata una copertina?
    La risposta più onesta è veramente pochi, quindi se devi stampare il tuo progetto – qualsiasi esso sia – affidati ai professionisti che sapranno consigliarti e aiutarti a valorizzare il tuo lavoro.

Come realizzare un efficace Company Profile utilizzando la stampa pieghevole

stampa-pieghevoleStampa pieghevole: la potenza delle immagini

È innegabile, viviamo ormai in un mondo totalmente dominato dalle immagini. Il vecchio detto “un’immagine vale più di mille parole” si adatta perfettamente a quest’era di progresso tecnologico, in cui l’immediata attrazione visiva diviene strumento essenziale ed efficace per attirare l’attenzione del pubblico su un determinato prodotto. Un’azienda giovane e dinamica, desiderosa di richiamare l’attenzione dei potenziali clienti, non può prescindere dall’utilizzare uno strumento quale la stampa pieghevole dei propri volantini per presentare in maniera idonea il suo Company Profile

Come creare un Company Profile efficace

Più che un mero e semplice biglietto da visita, il Company Profile si è evoluto nel tempo fino a rappresentare un documento essenziale per delineare con precisione l’identità di un’azienda. È una vera e propria Brand Identity che, attraverso l’esposizione chiara e sintetica della storia dell’impresa, spiega quali sono gli elementi essenziali in grado di renderla riconoscibile e distinta dai vari competitor.

Stampa brochure per hotel e ristorazione: scopri come valorizzare la comunicazione della tua attività tramite la stampa

stampa-commercialeLa stampa di brochure personalizzate permette di migliorare la comunicazione pubblicitaria di qualsiasi attività commerciale, soprattutto per quanto riguarda hotel e ristoranti. Si tende a pensare che oggi internet abbia soppiantato i tradizionali metodi di comunicazione, preferendo alle brochure e ai volantini metodi alternativi, quali la promozione sui social network.

Niente di più sbagliato, perché ancora oggi gran parte della clientela viene raggiunta esclusivamente attraverso i tradizionali metodi di comunicazione e le brochure rappresentano una via classica, ma ancora valida ed efficace.

Preparare una brochure

La stampa delle brochure è sicuramente ancora oggi un elemento fondamentale per chi vuol far conoscere la propria attività. La maggior parte delle brochure deve avere un’ottima qualità, per propagandare un messaggio chiaro, pulito ed elegante. È bene evitare di demandare la stampa delle brochure totalmente ad altri: farsi consigliare è importantissimo, ma solo il proprietario può sapere quali sono i concetti principali da pubblicizzare tramite una brochure o un volantino.

Chiunque possieda un hotel, un bar o un ristorante dovrebbe impegnarsi nella stampa delle brochure, seguendo le varie fasi di preparazione dello stampato.

Il volantino si aggiudica lo “Scettro” di miglior strumento promozionale di offerte in negozi e centri commerciali.

stampa volantiniStampa volantini on line: un metodo efficace e rapido per promuovere la tua Azienda.

Un’azienda che vuole pubblicizzare i propri prodotti attraverso delle offerte non può non prescindere dal Volantino, un vero e proprio evergreen della Comunicazione Aziendale, un classico che non stancherà mai. Questo perchè resta senza dubbio il mezzo più immediato per far conoscere ai clienti già acquisiti e a quelli potenziali dei prodotti in offerta. E’ ancora lo strumento di comunicazione più utilizzato dai punti vendita e nei centri commerciali perchè visualizzando immediatamente l’offerta, il cliente è più propenso ad acquistare proprio in quel luogo e in quel momento. Il volantino è, inoltre, una soluzione promozionale che raggiunge un elevato numero di persone.

Ed è per questa serie di ragioni che le attività commerciali decidono di affidarsi alla stampa di volantini nel caso in cui vi siano delle offerte in corso. Basta dare un’occhiata in un centro commerciale al numero elevatissimo di persone che, passeggiando, reggono in mano volantini e chiacchierano dell’imperdibile offerta di cui potrebbero usufruire. Rimarrete di certo impressionati da quante sono.

Il volantino, infatti, proprio per sua conformazione, consente di essere visualizzato in un batter d’occhio e dunque ha un effetto immediato sul potenziale cliente.

Stampati per ristoranti e hotel: menù, carte dei vini, segnaposti, porta scontrini e tanti altri stampati

stampa-pieghevoleDi qualunque sia la natura della vostra infrastruttura dedicata al turismo (ristorante, albergo, hotel, bar, etc…) la stampa di menù, segnaposti, carte dei vini, porta scontrini, volantini, flyer, dépliant, brochure, biglietti da visita e tanto altro, diventa fondamentale per offrire il miglior servizio possibile al proprio cliente. Qualcuno potrebbe pensare che l’importante è soprattutto ciò che viene messo nel piatto,la pulizia delle stanze, piuttosto che i prezzi dei servizi.

Ma si sa, anche l’occhio vuole la sua parte! Meglio destreggiarsi bene tra formati, stampa pieghevole o meno, schede e tipi di carta e soprattutto occhio alle offerte speciali che possono farvi risparmiare parecchio denaro!

Si può iniziare con dei semplici biglietti da visita, per far conoscere il più possibile la struttura. Possono essere dei biglietti classici oppure plastificati o ancora con immagine coordinata. La brochure o il dépliant della vostra struttura deve essere chiaro ed immediato contenente tutte le informazioni utili per i vostri clienti. Essenziale e di impatto. In vista della realizzazione di menù o carte dei vini, la stampa di pieghevoli è senza dubbio quella che fa al caso vostro.

Stampa pieghevole: lo strumento più utilizzato dal settore turistico

stampa-depliantIl pieghevole a due, tre o quattro ante è uno strumento eccezionalmente efficace per promuovere la propria attività e pubblicizzare l’azienda e le offerte al pubblico. Una stampa pieghevole offre numerosi vantaggi nel campo promozionale e per questo motivo è lo strumento maggiormente utilizzato nel settore turistico.

La stampa pieghevole, non importa la dimensione o il numero di ante che si decide di utilizzare, è uno degli elementi chiave nelle campagne pubblicitarie, consentendo di comunicare il messaggio essenziale che si desidera far passare all’utente, utilizzando una grafica facilmente leggibile e interpretabile, in modo da rendere la comunicazione semplice, rapida ed efficace. Il settore turistico si avvale sempre più spesso delle stampe pieghevoli in aggiunta alle campagne online, perché l’utilizzo della carta stampata in tale settore è spesso più efficace di una promozione diffusa unicamente via internet.

Il potere delle immagini su una brochure è superiore a quelle visibili sullo schermo di un computer, tablet o un telefono. Sono più facili da vedere e da leggere, sono presentati in un formato pratico e dall’impatto immediato sia dal punto di vista emotivo che da quello visivo.

L’industria della stampa: come si sta evolvendo

stampa digitaleL’industria della stampa in questi ultimi anni è mutata molto rapidamente. Le tecnologie tradizionali ancora coesistono al fianco della stampa digitale, ma le nuove applicazioni, come il web-to-print, stanno facendo passi da gigante.

Il grande cambiamento dell’industria della stampa è avvenuto in seguito ad importanti investimenti fatti in macchinari di stampa a getto d’inchiostro di grande formato, dove velocità e qualità hanno rimpiazzato la serigrafia. Prima del nuovo millennio queste macchine erano ancora ritenute un fatto isolato, mentre oggi le stampanti digitali da semplici fotocopiatrici sono diventate macchine da stampa.

La stampa digitale sta prendendo sempre più piede ormai: bianco e nero, poi colore, poi colore di alta qualità, laser, toner elettrofotografico, poi inkjet.