Benvenuto nel Mondo Centro stampa Digitalprint

Grafica, stampa, finiture, confezione, plastificazione, e molto altro. Tutto ciò che serve sapere sul fantastico mondo della stampa. Continua »

Quinto Protti, Presidente della Digitalprint, ci racconta l\\\'innovativo percorso che ha affrontato la sua azienda per essere, oggi, leader in italia nella Stampa Digitale. Continua »

 

Monthly Archives: luglio 2014

Il pieghevole o dépliant promozionale

Anatomia di uno degli stampati pubblicitari più utilizzati di ogni tempo

pieghevolePer divulgare e diffondere una campagna pubblicitaria o semplicemente per finalità e necessità informative, una delle soluzioni più utilizzate dalle aziende è, senza dubbio, il pieghevole.

Il pieghevole, in francese dépliant, è un foglio, di piccole dimensioni, stampato o piegato, utilizzato dalle aziende, in genere, per promuovere i propri prodotti o per dare risalto ad una nuova iniziativa commerciale. Spesso il pieghevole viene confuso erroneamente con la brochure o opuscolo, un altro degli stampati pubblicitari impiegati dalle imprese a scopo pubblicitario: la differenza consiste nel fatto che, nella stampa del pieghevole, le pagine non sono rilegate, in quanto generalmente si tratta di un unico foglio ripiegato su sé stesso, mentre, nel caso della brochure, le pagine sono di fatto rilegate in una sorta di fascicoletto.

Facilmente realizzabile, anche grazie ai costi piuttosto contenuti richiesti, il pieghevole rappresenta uno dei mezzi pubblicitari più semplici ed efficaci. I suoi impieghi sono i più vari: dal lancio pubblicitario di un nuovo prodotto, alla diffusione di una campagna informativa, legata, ad esempio, alla presentazione di un evento. Per preservare inalterata la sua efficacia e la potenza “calamitante” che da sempre caratterizza questo mezzo di comunicazione aziendale, il pieghevole richiede un’attenzione particolare e mai trascurabile, in particolare nella scelta del materiale e nella redazione del contenuto.

Per colpire l’attenzione del pubblico di riferimento, è necessario, in primo luogo, che il pieghevole presenti alcuni indispensabili elementi grafici: il layout, il materiale ed i colori, infatti, possono influire in modo determinante sul prodotto e sulla modalità di comunicare il messaggio in esso contenuto. Alla luce di ciò, è evidente l’importanza che può avere, per un’azienda, scegliere un centro stampa qualificato e competente, come il Centro Stampa Digitalprint, capace di realizzare, per l’impresa, un pieghevole ben confezionato ed efficace, già a partire dal supporto cartaceo.

Tenendo presente che un pieghevole per essere persuasivo deve essere prima di tutto esteticamente attraente alla vista e al tatto, appare chiaro che la scelta del tipo di carta da utilizzare deve essere fatta con attenzione. Per ottenere un prodotto di qualità, l’azienda può scegliere tra le migliori tipologie di supporti cartacei disponibili sul mercato: dalla carta uso mano, a quella marcata, a quella patinata e monopatinata, la più utilizzata per realizzare dépliant, riviste, cataloghi e stampati pubblicitari in genere. Ad una carta di qualità va abbinata una selezione grafica di colori, opportunamente calibrata in funzione del target di destinazione: a colori o in bianco e nero; monocromia o quadricromia, sono tante le soluzioni adottabili a seconda del tipo di pubblico cui è destinato il pieghevole.

Fino a qualche anno fa, per assicurare al prodotto la resa ed il risultato migliore, anche ad elevate tirature, il metodo di stampa più efficace era la stampa offset, basata su un sistema a lastre per cui ad ogni lastra corrispondeva uno dei colori CMYK della quadricromia. Ad oggi, tuttavia, la qualità e la precisione della stampa digitale ha finito per affiancare ed, in parte, surclassare i tradizionali metodi di stampa tipografici, sia per i costi ed i tempi decisamente più contenuti che il digitale richiede rispetto alla stampa offset, sia per l’eccellenza dei risultati ottenuti in termini di prodotto finale, in tutto e per tutto pari a quelli conseguiti dalla tradizionale stampa in quadricromia. In particolare scegliendo il Centro Stampa Digitalprint per la stampa dei propri pieghevoli aziendali, le aziende possono usufruire dell’innovativo sistema di stampa digitale, Hp Indigo, che associa, anche a tirature limitate, altissima qualità, rapidità di stampa ad evolute tecniche di gestione del colore e dei supporti stampabili.

In fase di realizzazione, dunque, ogni elemento è egualmente importante e va studiato con cura e attenzione: il pieghevole, infatti, come tutti gli stampati pubblicitari, rappresenta la riproduzione cartacea di un processo comunicativo a tutti gli effetti e, come tale, non nasce mai dalla casualità, specialmente se si vuole scatenare nel pubblico di destinazione una reazione ben precisa. L’importante è sempre focalizzare l’attenzione sull’obiettivo commerciale da raggiungere e, ove possibile, affidarsi alla sicurezza dei professionisti della stampa.

Il successo di ogni vostra iniziativa promozionale, ve lo garantiamo, sarà sempre più che assicurato.

Stampare libri aziendali: un’opportunità promozionale imperdibile

stampare-libriPiccola o grande che sia, ogni azienda ha una storia da raccontare: il libro è lo strumento ideale per farlo.

Per ogni azienda stampare libri rappresenta una preziosa opportunità per promuovere e valorizzare il proprio marchio, i prodotti e la propria identità.

Che racconti la storia dell’azienda a partire dalla sua fondazione, che nasca dall’esigenza di approfondire un tema specifico legato all’attività dell’impresa, o sia una pubblicazione speciale pensata per festeggiare un anniversario importante o una tappa del percorso commerciale dell’azienda, stampare un libro è sempre un modo efficace per aumentare la visibilità dell’impresa e raccontare al pubblico di riferimento gli elementi che la rendono unica, rispetto alle altre aziende presenti sul mercato. Stampare un libro appartiene, infatti, di diritto, alle iniziative di promozione e comunicazione commerciale che un’azienda può intraprendere per rafforzare la potenza virale del marchio ed attirare l’attenzione del mercato, migliorando i risultati in termini di vendite e business.

La Stampa Offset: il procedimento

Gli organi che costituiscono una stampante offset

Cstampa offsetiò che caratterizza la stampa offset, oltre agli elementi che di norma appartengono a tutte le macchine da stampa, è la compresenza di alcuni organi specifici: il cilindro portaforma, il cilindro intermedio o Caucciù, il cilindro pressore e i gruppi inchiostratori e umidificatori.

Il meccanismo di funzionamento su cui si basa la stampa offset è davvero semplice. La lastra o forma di stampa, sulla quale sono riportati i grafismi e i contrografismi, viene agganciata al cilindro portaforma. Una volta che la lastra è stata umidificata e inchiostrata dai rulli inchiostratori e umidificatori, i grafismi presenti vengono passati, tramite pressione, sul Caucciù o Cilindro intermedio: da questo vengono impressi sul supporto cartaceo grazie alla pressione che si viene a creare tra cilindro pressore e Caucciù. Il principio meccanico è lo stesso su cui si basa il funzionamento della stampa litografica: l’unica differenza è rappresentata dal fatto che la stampa offset avviene tramite l’utilizzo di 3 cilindri a contatto fra loro, anziché mediante la vicinanza del foglio alla pietra e alla lastra di zinco.

Il nome di questo procedimento di stampa, “offset”, deriva dall’omonimo termine “offset”, in inglese “fuori contatto”, applicabile a tutti i processi di stampa che si avvalgono della stampa indiretta: letraset, tamponografia, rotocalco-indiretta. Tecnicamente il termine più adatto sarebbe “lito-offset”, ma il termine “offset”, pur essendo generico, continua ad essere sempre il più utilizzato.

Il processo di formatura delle lastre è molto importante nella stampa offset. La forma di stampa o lastra è la parte della stampante offset che contiene l’inchiostro e lo passa sul cilindro intermedio. Durante un processo di stampa offset, la lastra contiene di norma grafismi e contrografismi: i primi, dal comportamento chimico lipofilo, rappresentano la parte che porta l’inchiostro e successivamente lo trasmette al cilindro intermedio; i secondi, di natura idrofila, sono la parte non stampante, ovvero quella che contiene l’acqua.

Il primo passaggio per formare la lastra offset è l’elaborazione grafica realizzata tramite pc, a cui segue la stampa delle pellicole in emulsione e il montaggio delle pellicole sulla forma di stampa vergine. La lastra, fotosensibile, si forma per esposizione della superficie a forti luci UV, poi viene lavata e gommata.

Con l’invenzione della stampa digitale l’intero processo di formatura delle lastre per la stampa offset è stato ulteriormente semplificato e ridotto ad un unico passaggio, che prevede l’utilizzo di una sofisticata ed evoluta centralina di controllo, il CtP o Computer to Plate. Il montaggio, il lavaggio, la regolazione degli inchiostri e l’incisione della lastra avviene, in modo automatico, all’interno del CtP: questo rende le pellicole non necessarie al processo di stampa offset.

Il Computer to Plate o CTP è la tecnologia impiegata per trasferire concretamente le immagini sulle lastre o forme di stampa offset predisposte. Il sistema computerizzato CTP comprende il computer e l’unità di esposizione alla luce UV: il compito del computer è quello di ordinare le pagine secondo la disposizione che esse avranno sul foglio della macchina e inviare i dati all’unità di esposizione. In questo modo le lastre di stampa vengono impressionate e formate, eliminando i passaggi intermedi.

Nonostante la stampa digitale rappresenti oggi la modalità di stampa concorrenziale e vantaggiosa, la stampa offset, al Centro Stampa Digital Print, continua ad essere impiegata, seppur più limitatamente, per la realizzazione di quantità di stampati medio-alte, grazie all’ottimo risultato raggiungibile in termini di quantità di prodotto e qualità ottenuta.

Non farti scappare neanche un’idea: catturala con un block notes personalizzato!

block notesConosciuto anche come blocco note, taccuino o blocco appunti, il block notes è una piccola risma di fogli di carta, bianchi, rigati o quadrettati, che viene utilizzata per prendere appunti, realizzare schizzi o disegni estemporanei, fare calcoli, scrivere proposte veloci o tracciare la bozza di un preventivo o di un’idea.

Oggetto apparentemente molto comune, il block notes diventa speciale quando viene personalizzato con elementi grafici originali e distintivi, secondo il gusto e le esigenze dell’azienda che ne commissiona la stampa. Trasformandosi in un vero e proprio strumento di marketing e di promozione pubblicitaria, il block notes va così a completare il set coordinato di materiali stampati che l’azienda può utilizzare per presentare, a clienti e fornitori, la propria immagine istituzionale: biglietti da visita, carta intestata, buste, cartelline portadocumenti e calendari personalizzati.

Conferendo al block notes un volto originale e creativo, personalizzato con il logo istituzionale, i colori e le immagini più rappresentative dell’impresa, l’azienda ha a disposizione un mezzo efficace ed utile per distinguersi, con personalità e forza, dai propri competitors. Il block notes rappresenta, infatti, il gadget ideale per lasciare a clienti, distributori e fornitori un oggetto pratico ed utile che ricordi loro, ogni giorno, l’azienda. Può essere regalato ai clienti in occasione di una fiera, per invitarli ad un meeting, durante un incontro di lavoro, oppure semplicemente come omaggio spedito per posta. Pagina dopo pagina i clienti familiarizzeranno con l’immagine dell’impresa, tenendo sempre sotto gli occhi il marchio, i prodotti e i servizi commercializzati.

Per essere davvero d’aiuto allo svolgimento delle consuete attività professionali, il block notes deve essere pratico, maneggevole e adatto ad essere trasportato in qualunque spazio: nella borsa da viaggio così come nella valigetta da lavoro. Durante una giornata lavorativa, infatti, c’è sempre la necessità di avere sottomano un foglio o un quaderno per prendere qualche appunto e ricordarsi di un numero di telefono: non c’è ufficio o scrivania in cui manchi un blocco note. Ecco perché il block notes sarà sempre un regalo molto apprezzato dalla clientela, uno strumento indispensabile sia a casa che al lavoro.

Per un’azienda stampare un block notes rappresenta dunque un’imperdibile opportunità di fornire ai propri clienti un oggetto che unisca, nel contempo, praticità d’utilizzo, utilità e potere promozionale. Realizzare un block notes ben fatto, con una stampa di qualità e una carta accuratamente selezionata fra le migliori tipologie disponibili sul mercato, permette all’azienda di uscire dall’anonimato e richiamare, sui propri prodotti e servizi, l’attenzione del pubblico cui si rivolge.

Ecco perché per un’impresa che vuole la garanzia di un prodotto di qualità, capace di rispecchiare alla perfezione requisiti di funzionalità, bellezza e praticità, è fondamentale scegliere una tipografia qualificata, come il Centro Stampa Digital Print, che si occupi di stampare per l’azienda i block notes e tutti i materiali coordinati che compongono il set di cancelleria istituzionale. Offrendo alla vostra impresa un servizio di consulenza completo e capillare in tutte le fasi di realizzazione del prodotto, il Centro Stampa Digital Print sceglierà per voi i materiali ed i supporti migliori e le tecnologie di stampa più progredite ed evolute, per dare vita ad un block notes impeccabile, curato in ogni minimo dettaglio e particolare.

Scegliendo la professionalità e l’esperienza del Centro Stampa Digital Print, avrai la sicurezza di poter contare su un block notes professionale ed elegante che, ne siamo certi, si trasformerà, nelle mani di clienti e fornitori, in e di ciò che essa ha da raccontare.