Benvenuto nel Mondo Centro stampa Digitalprint

Grafica, stampa, finiture, confezione, plastificazione, e molto altro. Tutto ciò che serve sapere sul fantastico mondo della stampa. Continua »

Quinto Protti, Presidente della Digitalprint, ci racconta l\\\'innovativo percorso che ha affrontato la sua azienda per essere, oggi, leader in italia nella Stampa Digitale. Continua »

 

Le etichette: da 400 anni vestono il prodotto in modo unico.

stampa-etichetteCome e quando nasce la stampa delle etichette?

Ecco una breve sintesi della storia dell’evoluzione della stampa delle etichette: dalla prima etichetta stampata all’epoca moderna.

Quando si pensa ad un prodotto – confezionato in scatola, pacchetto, busta e altri tipi di involucro – il primo elemento che salta subito agli occhi è l’etichetta, uno degli strumenti di comunicazione pubblicitaria più efficaci di cui un’azienda possa disporre per promuovere il proprio prodotto e renderlo immediatamente riconoscibile in mezzo agli altri.

La prima stampa di etichette che la storia ricordi risale al 1600, ma già da tempo i mercanti europei facevano uso di etichette per contrassegnare i prodotti trasportati nelle stive delle navi e specificarne tipologia e provenienza. Per identificare, ad esempio, il contenuto delle bottiglie di Champagne, che dalla Francia venivano vendute in tutta Europa, si usavano targhette di legno o di pergamena legate con spago al collo della bottiglia: in un certo senso le antiche antenate delle moderne etichette. La stampa delle etichette si trasforma in prassi commerciale ampiamente diffusa solo a partire dal 1700: l’etichetta diventa attestato di garanzia e sigillo ufficiale di una proposta commerciale. Nei primi decenni dell’Ottocento, con il moltiplicarsi dei prodotti e l’ampliarsi del mercato, la stampa delle etichette si diffonde in tutta Europa e si impreziosisce di elementi decorativi, fregi tipografici e particolari figurativi, come animali, personaggi e vedute di paesaggi.

Tra la fine dell’Ottocento e l’inizio del Novecento la stampa delle etichette, fino ad ora rigorosamente litografata in bianco e nero, si tinge di colore. Grazie all‘impiego della cromolitografia compaiono, in particolare sulle bottiglie dei liquori, le prime etichette colorate: dette passepartout, queste etichette venivano prodotte in larga scala e distribuite alle varie tipografie, cui spettava il compito di imprimere su di esse il nome del vino o del liquore a seconda delle richieste del committente. Decorate, abbellite e personalizzate, le etichette diventano un vero e proprio fenomeno commerciale, lo specchio delle abitudini e delle passioni dei consumatori dell’epoca, il riflesso culturale della società contemporanea di cui esprimono gusti e tendenze.

Nel XX secolo la stampa di etichette assume i caratteri della modernità: associando i caratteri tipografici al colore, la quadricromia veste le etichette delle tinte vivaci degli inchiostri tipografici. Con l’avvento della tecnologia offset, il processo di stampa si fa più rapido e i colori più opachi: l’etichetta perde progressivamente la valenza artistica originaria ed assume una connotazione marcatamente commerciale: meno pregevole dal punto di vista artistico, ma certamente più efficace e persuasiva sul piano della comunicazione pubblicitaria.

E’ l’inizio dell‘industria delle etichette quale potente strumento di marketing. Nessuna azienda o industria vuole più rinunciare a questa nuova e rivoluzionaria forma di packaging: dalle imprese farmaceutiche, alle case di moda, alle industrie chimiche, alimentari e automobilistiche. Tutti, nessuno escluso, vogliono sfruttare l’efficacia dell’etichetta per promuovere i propri prodotti.

Un importante momento di svolta coincide con la comparsa delle prime etichette autoadesive prodotte in rotoli: un fenomeno pubblicitario dalla portata epocale che, in pochissimo tempo, arriva a conquistare il 40% del mercato europeo. Grazie alle etichette autoadesive, l’impiego degli inchiostri UV, la stampa a caldo e le prime macchine stampanti, le aziende possono stampare su carta ogni tipo di immagine, carattere e colore, dimezzando i tempi di realizzazione e stampando a prezzi davvero molto competitivi.

Nel XXI secolo, l‘invenzione della stampa digitale rivoluziona ulteriormente la stampa delle etichette e, più in generale, il mondo dell’editoria moderna: oggi è infatti possibile stampare l’immagine direttamente su vetro, plastica e altri materiali. Si tratta di una stampa davvero ecologica, che consente di eliminare totalmente l’ausilio della carta e di ridurre costi e tempi di realizzazione, limitando nel contempo l’inquinamento ambientale dovuto allo smaltimento di colle e altri materiali industriali. Presso il Centro Stampa Digital Print di Rimini, ad esempio, è possibile scegliere e ordinare direttamente online l’etichetta autoadesiva che preferisci, comodamente seduto davanti al vostro pc.

Oggi, con l’evoluzione della tecnologia e l’imporsi del Web e della comunicazione multimediale, la stampa delle etichette è destinata a contendere il proprio ruolo di preminenza con uno strumento di identificazione commerciale ancora più innovativo e rivoluzionario: il QR Code. Ove prima c’era solo l’etichetta, adesso c’è anche il QR Code: semplice, occupa pochissimo spazio sulla confezione del prodotto, per decifrarlo basta utilizzare il proprio smartphone e disporre di una connessione internet. Ad ogni prodotto corrisponde un unico e solo QR Code identificativo, capace di veicolare molte più informazioni e dettagli rispetto ad una tradizionale etichetta. Ma attenzione: è bene non dimenticare che tutte le informazioni “contenute” nel quadrato bianco e nero possono “prendere vita” e raccontare il prodotto e l’azienda di provenienza solo se interpellate dal consumatore, diversamente dall‘etichetta che ancora oggi, dopo quattrocento anni di storia e di cambiamenti, è in grado di contraddistinguere, sin dalla prima occhiata, i prodotti sui quali è apposta.

Come molte altre invenzioni del secolo scorso, l’etichetta è certamente invecchiata ma, nonostante tutto, non cesserà mai di rappresentare uno dei mezzi di comunicazione commerciale più potenti che le aziende attualmente possono usare per colpire i potenziali clienti. Perciò evoluzione tecnologica sì, ma senza mai rinunciare ad una tradizione vecchia quasi cinque secoli.

 

About redazione
La redazione del Centro Stampa Digitalprint è composta da dipendenti e collaboratori che vogliono condividere le loro competenze e conoscenze, attraverso questo Blog. Se anche tu sei un appassionato del mondo delle Arti Grafiche e ti piacerebbe scrivere insieme a noi, inviaci una email all'indirizzo: redazione@stampareblog.it .

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>