Benvenuto nel Mondo Centro stampa Digitalprint

Grafica, stampa, finiture, confezione, plastificazione, e molto altro. Tutto ciò che serve sapere sul fantastico mondo della stampa. Continua »

Quinto Protti, Presidente della Digitalprint, ci racconta l\\\'innovativo percorso che ha affrontato la sua azienda per essere, oggi, leader in italia nella Stampa Digitale. Continua »

 

Cos’è la rilegatura a punto metallico?

rilegatura a punto metallicoLa rilegatura a punto metallico è ideale ad esempio per confezionare i classici libretti di istruzioni per l’uso, nonché i cataloghi commerciali con un numero di facciate inferiore a 80, cioè meno di 40 pagine. Si effettua accavallando più fogli stampati fronte e retro (minimo 8 facciate) e chiudendoli con l’applicazione nel mezzo di due punti metallici, le classiche graffette, sul dorso. Nel caso di piccoli libretti o brochure può essere sufficiente un solo punto metallico.

Il punto metallico ricorda il piacere di sfogliare il libretto del CD del nostro cantante preferito mentre lo scartiamo con frenesia, o il libretto di istruzioni dello smartphone quando il telefono non ne vuole sapere di accendersi. Supporta, dunque, formati particolari che si prestano alla raccolta di emozioni ma anche testi ufficiali.

È la rilegatura più usata per i documenti di comunicazione aziendale per la sua praticità.

Ecco alcuni consigli per scegliere la rilegatura più adatta per i propri cataloghi e brochure.

Innanzitutto è opportuno fare una differenza in base alla quantità di facciate, e dunque di pagine, che avrà lo stampato: per un risultato economico e semplice fino a 40 pagine il punto metallico è la soluzione più adatta, mentre oltre questa quantità, specialmente per soluzioni di medio e ottimo livello, si consiglia, rispettivamente una rilegatura con brossura fresata e a filo refe.

Come detto, il punto metallico si presta alla realizzazione senza difetti né rigonfiamenti di libretti con una copertina in carta con grammatura intorno ai 200/250 grammi e pagine interne della grammatura massima di 130/150 grammi.

Al contrario, la brossura fresata e a filo refe garantiscono la pubblicazione di stampati con una maggior resistenza e con copertine e pagine dalle grammature più consistenti. Il post “I dubbi di rilegatura: meglio la brossura fresata o la brossura a filo refe?” è dedicato proprio a un approfondimento per una scelta ponderata di una delle due tipologie di brossura.

 

About redazione
La redazione del Centro Stampa Digitalprint è composta da dipendenti e collaboratori che vogliono condividere le loro competenze e conoscenze, attraverso questo Blog. Se anche tu sei un appassionato del mondo delle Arti Grafiche e ti piacerebbe scrivere insieme a noi, inviaci una email all'indirizzo: redazione@stampareblog.it .

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>