Benvenuto nel Mondo Centro stampa Digitalprint

Grafica, stampa, finiture, confezione, plastificazione, e molto altro. Tutto ciò che serve sapere sul fantastico mondo della stampa. Continua »

Quinto Protti, Presidente della Digitalprint, ci racconta l\\\'innovativo percorso che ha affrontato la sua azienda per essere, oggi, leader in italia nella Stampa Digitale. Continua »

 

La brossura fresata resiste di più della brossura filo refe?

brossura e filo refe

La brossura è un tipo di rilegatura degli stampati tipografici oltre i 2 mm di spessore totale. Questa lavorazione è comparsa in Europa nel XVII secolo in Francia e Inghilterra ma è dal XIX secolo in poi che si è diffusa a macchia d’olio. Negli anni, la grande esigenza di produrre sempre più libri e manuali a basso costo ha privilegiato questa tecnica che, ancora oggi, è molto utilizzata.
La rilegatura in brossura può essere fresata o a filo refe. Ecco un piccolo aiuto per rendersi conto di quale sia quella più adatta alle proprie esigenze di stampa e rilegatura.
La brossura fresata, detta anche brossura a colla, è il metodo più diffuso per realizzare i libri, cataloghi e più in generale tutti i volumi ad ampio spessore e con più di 32 facciate. Le pagine della pubblicazione (le segnature) vengono tenute insieme ed accoppiate (cioè unite) alla copertina mediante una colla elastica di tipo Hotmelt (EVA) oppure colla poliuretanica (PUR), preferita per il suo incollaggio resistente. Il processo di penetrazione della colla è ottimizzato da due fattori: la scelta di carte porose o patinate con grammature leggere e l’applicazione della lavorazione aggiuntiva di “fresatura” (la rifilatura) o “grecatura” (la solcatura) del dorso. Questo tipo di rilegatura è adatta per essere applicata in caso di carte non molto pesanti (90/115 gr) e ad alto coefficiente di porosità come la carta usomano o la carta patinata per l’interno e carte più pesanti per la copertina.
La brossura a filo refe differisce da quella a colla per l’assenza della fresatura. In questo caso le pagine vengono piegate e raccolte a segnature per essere cucite con un filo di cotone, lino, canapa o sintetico e, successivamente, incollate fra loro. Nel caso dei vocabolari economici, che possono contare anche più di trenta segnature su un unico dorso in brossura, può essere utile aggiungere una garza o della carta crespa sul dorso. La rilegatura si conclude con l’inserimento di una fettuccia in tela, cui viene applicato un nastro segnalibro.
Si ricordi che, specie per le rilegature di pregio, si utilizza ancora la brossura cucita col filo di seta, preferito per la resistenza e la delicatezza nei confronti della carta.
Il Centro Stampa Digitalprint utilizza sia la brossura fresata, sia la brossura con colla PUR, sia la brossura a filo refe: la scelta del metodo è in base alle reali esigenze del committente in termini di resistenza e budget. Mentre la brossura fresata è più rapida ed economica, la brossura a filo refe resiste di più all’usura; ma i pro e contro sono tanti e, per questo, vi rimandiamo ad un prossimo articolo!

 

 

 

About redazione
La redazione del Centro Stampa Digitalprint è composta da dipendenti e collaboratori che vogliono condividere le loro competenze e conoscenze, attraverso questo Blog. Se anche tu sei un appassionato del mondo delle Arti Grafiche e ti piacerebbe scrivere insieme a noi, inviaci una email all'indirizzo: redazione@stampareblog.it .

2 Responses to La brossura fresata resiste di più della brossura filo refe?

  1. misterAndr scrive:

    Bell’articolo molto preciso e utile, breve ma molto concentrato e interessante per l’analisi tecnica e i dettagli storici

    • redazione scrive:

      La redazione è lieta che l’articolo l’abbia interessata e, allo stesso tempo, informata. Se desidera restare aggiornato su tutto ciò che riguarda il mondo della stampa, del colore e della carta, continui a seguire il nostro blog e, se lo ritiene valido, lo consigli a chi, come lei, è appassionato a questo settore dell’editoria e della tipografia, tanto antico quanto innovativo ed in continua evoluzione. Grazie per aver condiviso con noi la sua esperienza.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>