Benvenuto nel Mondo Centro stampa Digitalprint

Grafica, stampa, finiture, confezione, plastificazione, e molto altro. Tutto ciò che serve sapere sul fantastico mondo della stampa. Continua »

Quinto Protti, Presidente della Digitalprint, ci racconta l\\\'innovativo percorso che ha affrontato la sua azienda per essere, oggi, leader in italia nella Stampa Digitale. Continua »

 

Monthly Archives: gennaio 2013

I buoni motivi per scegliere carte con certificazione FSC

carta marchio FSC

Il marchio FSC® (Forest Stewardship Council®) ha un valore altamente distintivo perché identifica i prodotti contenenti legno o derivati proveniente da foreste gestite in maniera corretta e responsabile, secondo rigorosi standard ambientali, sociali ed economici.
Un’azienda certificata FSC® per la Catena di Custodia può garantire, richiedendo l’approvazione per l’uso del logo e marchio sul prodotto, che la foresta di origine è stata controllata e valutata in maniera indipendente in conformità ai principi e criteri di buona gestione forestale, stabiliti e approvati dal Forest Stewardship Council.

La brossura fresata resiste di più della brossura filo refe?

brossura e filo refe

La brossura è un tipo di rilegatura degli stampati tipografici oltre i 2 mm di spessore totale. Questa lavorazione è comparsa in Europa nel XVII secolo in Francia e Inghilterra ma è dal XIX secolo in poi che si è diffusa a macchia d’olio. Negli anni, la grande esigenza di produrre sempre più libri e manuali a basso costo ha privilegiato questa tecnica che, ancora oggi, è molto utilizzata.
La rilegatura in brossura può essere fresata o a filo refe. Ecco un piccolo aiuto per rendersi conto di quale sia quella più adatta alle proprie esigenze di stampa e rilegatura.

Cosa scegliere tra stampa digitale e stampa offset?

differenza tra stampa offset e stampa digitale

È una domanda molto comune che non ha una risposta giusta in assoluto, visto che è importante scegliere in base alle esigenze di stampa e in particolare, di tiratura, qualità, costi e tempi di consegna.
La tiratura ad esempio va a braccetto coi costi. È intuitivo che più copie si fanno di un documento e meno costano: dieci o mille copie di uno stesso fascicolo hanno alle spalle due ragionamenti completamente diversi.
Per le tirature basse può convenire l’utilizzo della stampa digitale, anche se ha dei limiti nella scelta del formato, mentre la stampa offset, che ha dei costi di messa in macchina, è ideale per tirature alte.

Come certificare la biodegrabilità della carta con la EN 13432

carta biodegradabile da digitalprint rimini

La carta è un elemento biodegradabile al 100% ma, per facilitare il processo di reinserimento nell’ecosistema è necessario riconsegnarla all’ambiente in modo corretto. In generale, la biodegradabilità degli oggetti che ogni giorno sono utilizzati e l’equilibrio ecologico del pianeta sono dei temi molto seri che coinvolgono tutti noi, ogni giorno. La tendenza generale dovrebbe essere quella di eliminare i materiali non decomponibili o biodegradabili ma la strada in questo senso è ancora lunga.

Font o tipi di carattere: da Gutemberg al Centro Stampa Digitalprint

caratteri da stampa digitalprint rimini

In tipografia, il termine font indica un tipo di carattere con uno stile grafico ben preciso e deriva dal francese medioevale “fonte” (dal latino fundere), richiamando la fusione del metallo per produrre i primi caratteri mobili per la stampa tipografica. Al giorno d’oggi i caratteri sono tantissimi e sono molto utilizzati sia per la stampa che per il web: ogni font ha un suo design e una sua “personalità” che lo contraddistingue. Ciascuno comprende una serie di glifi, cioè immagini di lettere, numeri e punteggiatura, ma anche ideogrammi e simboli.

Il dato variabile nella stampa digitale

dato variabile nella stampa digitale

La stampa di dati variabili è una magia della stampa digitale: è la possibilità di personalizzare uno stampato rendendolo sempre su misura, fresco e nuovo.
Potrebbe sembrare una parola sconosciuta ma è presente nella vita di tutti, tutti i giorni.
Insomma: nessuno si aspetta che le bollette telefoniche siano inviate grazie a una zelante segretaria che batte a mano tutti gli indirizzi uno per uno, né qualcuno pensa che le partecipazioni a una fiera o a un’inaugurazione siano scritte singolarmente, no? Questa è la magia anticipata poche righe fa.

Il packaging, la confezione che ipnotizza

packaging

Siamo certamente lontani dal XVIII secolo, quando utilizzavano fogli di latta come scatole da imballaggi: al giorno d’oggi si dà alla confezione del prodotto molta attenzione. Il packaging è l’ultima fase del processo di produzione commerciale e, nel XXI secolo, oltre a proteggere il prodotto deve:

• Valorizzare il prodotto

• Avere una grafica accattivante

• Invogliare all’acquisto il cliente

• Essere personalizzato, per far riconoscere il prodotto in modo univoco

• Essere maneggevole, per non ostacolarne il trasporto e la distribuzione

• Fornire tutte le informazioni necessarie in modo chiaro (es. ingredienti, provenienza, ecc.)

I segreti delle tinte piatte e dei colori pantone

colori pantone

Per introdurre la tabella di conversione dei colori Pantone, è opportuno precisare che è possibile utilizzare diversi metodi per rappresentare e comporre il colore: i più famosi sono il metodo RGB e la quadricromia, argomento affrontato nel post “RGB e CMYK, due metodi colore a confronto”. Ci sono però situazioni particolari, per esempio quando si stampa a due colori, in cui è possibile contenere al massimo i costi di stampa del colore rispetto alla quadricromia.

Differenze tra stampa digitale e stampa offset

differenze tra stampa digitale e offsetLe differenze tra la stampa Offset e quella Digitale sono svariate e prima di poter scegliere tra un metodo o un altro bisogna guardare alcuni fattori importanti come: la tiratura, il costo, il tempo e la qualità.

Andiamo con ordine, perché la stampa Offset e la stampa Digitale si dovrebbero differenziare per tiratura, e che cos’è la tiratura?
La tiratura è il numero di copie che si desidera stampare ed in base a questo è possibile scegliere un tipo di stampa piuttosto che un altro.

Partiamo con la stampa Offset, che permette di stampare tirature di medie e grandi dimensioni ma ha dei costi di partenza molto alti e non nessuna possibilità di personalizzazione. La stampa Digitale, invece, ha la caratteristica di poter stampare a partire dalla singola copia, non ha costi iniziali elevati ed è possibile personalizzare il progetto anche durante la stampa.

Che cos’è la stampa digitale?

stampa digitaleLa Stampa Digitale esordisce all’inizio degli anni 70 con la diffusione dei primi computer, stampanti e fotocopiatrici che iniziavano ad invadere i luoghi di lavoro un po in tutto il mondo. Da allora le macchine si sono evolute e sono riuscite a portare grossi vantaggi rispetto ai metodi di stampa tradizionali come la stampa Offset e la stampa Rotativa.